Cibi di Cucinamica

Il cibo può agire sia in maniera positiva che in maniera negativa sulla nostra salute. Questo oramai è scientificamente indiscutibile. In realtà lo professava già nel V secolo Ippocrate di Cos, che si tramanda affermasse: “Siamo ciò che mangiamo”.Un prodotto biologico è un prodotto finito che proviene da agricoltura e allevamenti biologici, praticati nel pieno rispetto dell’ecosistema e del benessere, senza fertilizzanti e concimi chimici, soprattutto senza pesticidi ed ormoni per la crescita. In tal senso, ricoprono un ruolo di primaria importanza tutti i prodotti provenienti da aree protette, DOP (Denominazione di Origine Protetta) e IGP (Indicazione Geografica Tipica).

Un’altra parentesi va fatta per il chilometro zero. Nella sua accezione più nobile, tutti i prodotti a km0 sono naturali ed a basso impatto ambientale. Il principio secondo cui un produttore vende direttamente il suo prodotto all’acquirente, è ecosostenibile da più punti di vista. Oltre al rapporto di fiducia che s’instaura, le spese ed il consumo di carburante per il trasporto vengono notevolmente diminuite.

Accorciare le distanze non solo aiuta l’ambiente, ma favorisce, abbattendo i costi, il patrimonio agroalimentare locale e regionale, a discapito delle grandi produzioni, e dei prodotti standardizzati (spesso non raccomandati). In tal senso, il consumatore, molto più responsabile, ha la possibilità di riscoprire i prodotti del proprio territorio, la propria identità territoriale.

Il cibo può agire sia in maniera positiva che in maniera negativa sulla nostra salute. Questo oramai è scientificamente indiscutibile. In realtà lo professava già nel V secolo Ippocrate di Cos, che si tramanda affermasse: “Siamo ciò che mangiamo”.

Dai calcoli biliari, alla cellulite, dal cancro alla menopausa, il cibo sembra curare ogni cosa. Una buona dieta, prevalentemente a base di verdure e legumi, e passano le malattie. Esattamente come passano con le medicine, ma a effetti collaterali zero…

Come dichiarato anche in un articolo della fondazione Veronesi: “Oggi sappiamo con certezza, grazie ai numerosi studi scientifici pubblicati sull’argomento, che esiste una precisa relazione tra dieta e cancro… è stato dimostrato quanto una maggiore o minore diffusione di questa malattia dipenda in larga parte anche da come si vive, da ciò che si mangia e perfino da quanto si mangia”.